FEZZ Audio – Titania

titania_black_front
titania_black_fronttitania_white_fronttitania_red_fronttitania_burgund_front

FEZZ Audio – Titania

5.00 su 5 in base a 1 valutazione del cliente
(1 recensione del cliente)

2.150,00€

Estremamente potente e dinamico. Dotato di un suono aperto e ricco di sfumature tonali, ma con un’impostazione prettamente neutra. E’ un punto di riferimento nell’ambito per il preciso controllo della gamma bassa e il posizionamento delle sorgenti virtuali. Titania.

COD: FEZ-TITA Categoria: Etichetta

Descrizione prodotto

Estremamente potente e dinamico. Dotato di un suono aperto e ricco di sfumature tonali, ma con un’impostazione prettamente neutra. E’ un punto di riferimento nell’ambito per il preciso controllo della gamma bassa e il posizionamento delle sorgenti virtuali. Titania.

Modello: Titania

Tipo: amplificatore stereo a a valvole
Max. Potenza di uscita: 2 x 45W
Tipo di circuito: Push-pull in Classe AB1
Impedenza di uscita: 4Ω / 8Ω
Ingressi: 3 x RCA
Distorsione armonica THD: <0,2%
Risposta in frequenza: 18Hz-103kHz (-3dB)
Consumo di energia: 180W
Fusibile CA: 3,15A T
Peso netto: 17,5 kg
Dimensioni: 420x410x175mm
Tubi: KT88 x 4 , ECC83 x 2
Tipo di regolazione della bias: automatica
Attrezzature opzionali: telecomando, ingresso HT (pre-in), protezione valvole

Disponibile nei quattro colori: Black Ice (Nero lucido), Bleach (Bianco), Burning Red (Rosso), Big Calm (Burgundy)

1 recensione per FEZZ Audio – Titania

  1. 5 di 5

    :

    Cari lettori come potete immaginare sono venuto in possesso di un amplificatore Fezz Audio Titania audio dopo che ho visto le recensioni fatte dal signor Germano, premettendo che io non sono uno dai facili entusiasmi per 24 anni ho mantenuto i miei amplificatori stato solido 2 telai più il preamplificatore a valvole che peraltro suonavano alla grande, prima di intraprendere questa esperienza con il Fezz Audio Titania; il modello che ho comprato mi è arrivato anche con valvole a parte KT88 KR e le valvole pilota Mullard, (prese a un prezzo ragionevole e che dovrebbero suonare meglio di quelle originali, vi confesso che io quelle originali non le ho testate ma sono andato subito con queste), per scrivere questa recensione non farò uno sproloquio sulle capacità tecniche di questo amplificatore piuttosto che la sua capacità di rendere i bassi le medie e le alte frequenze, ma vorrei fare un paragone con un volto umano, cominciando a dire che in un volto umano, qualunque esso sia maschile o femminile, si trovano degli elementi che sono imprescindibili, cioè due occhi due orecchie la bocca e naso… ora questo però non determina se stiamo guardando un bel volto o un brutto volto perché la distinzione tra bello e brutto viene fatta per quelle che sono le proporzioni tra un elemento è l’altro, quindi possiamo dire che in un volto che viene considerato bello vi è una certa proporzione tra tutti gli elementi che lo compongono e questo lo ritroviamo ampiamente nel Titania, la musica riprodotta mantiene equilibrio tra i vari elementi ovverosia non ci sono suoni o frequenze che vengono proiettati in avanti in maniera più evidente rispetto alle altre, tutti i brani riprodotti che sia musica classica o moderna mantengono un ottimo equilibrio di base e una eccellente profondità tra i piani della scena sonora ….anche qui ritornando al paragone con il volto il fatto che ci siano delle proporzioni corrette non significa che noi ci innamoreremo di quel volto….. pensate ad un volto che ritenete bellissimo del quale potete innamorarvi e pensate allora che cos’è che veramente vi fa innamorare di quel volto, se lo aveste davanti tutto il giorno immobile e statico alla fine vi annoierebbe, ebbene non sono le proporzioni perfette ma sono le espressioni che gli elementi di quel volto riescono a creare combinandosi tra di loro e quindi l’emozione che quel volto riesce a trasmettere a voi, in un certo senso il carattere e la vitalità….. ed è esattamente quello che è capitato ascoltando il Titania non ci si innamora perché è preciso e dettagliato ma perché riesce a rendere una magia nel combinare i suoni dei vari strumenti quindi riesce a dare quel qualcosa in più, un misto di vitalità e carattere che la maggior parte degli amplificatori in commercio di fatto non riesco a dare, se non con elettroniche di fascia nettamente ma nettamente superiore. (Giusto per darvi un’idea io non l’ho inserito in una catena con prodotti ultra costosi ma uso come lettore di cd un Marantz SA8005 e come unità di conversione esterna il Musical Fidelity MX-dac, cavi di segnale Van de Hul mk3-Hybrid, casse a 2 vie autocostruite con componenti Morel inglesi di ottima qualità ,ma anche queste non inarrivabili, la corrente che alimenta i vari componenti è stata filtrata prima con uno stabilizzatore di tensione e poi da un filtro indipendente per ogni apparecchio, i filtri li ho costruiti io, tutto sommato piuttosto economici ma ben funzionanti).
    I cd che ascolto abitualmente vanno dalla musica moderna tipo Dire Straits , Simon and Garfunkel o Eric Clapton, alla musica classica con quartetti per archi, concerti per pianoforte, piuttosto che sinfonie o duetti e arie di Bach, in pratica si può dire che io ascolto un po’ tutta la musica compreso anche qualcosa di rock, per me un po’ più spinto tipo i Toto o i Metallica…. vicini di casa permettendo ovviamente….e quest’ultima frase anche se banale in realtà è molto importante, perché una delle cose che meglio rappresenta un amplificatore di qualità è data dal fatto che anche a volumi ridotti riesca a mantenere divisione tra i suoni, buona profondità della scena e presenza alle basse frequenze, in modo tale che ci si possa addormentare davanti senza avere fatica all’ascolto e senza che il vicino ti bussi alla porta perché ti vuole strozzare dopo le 9 di sera…diciamo che questo è uno dei test che faccio io per capire se un amplificatore suona veramente bene, (mi riferisco al rilassarmi ascoltandolo non al farmi strozzare dal vicino!), gli piloto una musica che ovviamente mi piaccia a un volume medio-basso , mi distendo sul divano e, dopo una giornata di lavoro tendo ad addormentarmi, vedo cosa succede, se la musica non mi da fastidio ma mi accompagna al sonno è un buon test per capire che un amplificatore può entrare a far parte della mia vita in maniera silenziosa ma in maniera efficace….
    La ragione per cui vi scrivo e anche perché, recensioni del Titania con le valvole di base ne è stata fatta più di una e sono tutte comunque molto positive e confermano quelle che sono le mie sensazioni, probabilmente con l’aggiunta delle valvole “ più performanti” ha guadagnato ancora qualcosa di più….inoltre anche l’estetica del Titania è accattivante un po’ per via dei copri trasformatori posteriori che hanno una forma triangolare molto particolare è un po’ anche perché le valvole frontali prendono la tipica colorazione rossastra che tende ad avere un effetto ipnotico…(Questo è molto utile con le fidanzate rompiscatole, praticamente tutte a meno che non condividano la vostra passione, le fate fissare per alcune minuti la sfericità e il calore delle valvole rossastre e saranno più ben disposte ad accettare il Titania come un componente della famiglia, invece che un corpo estraneo…per le più ostiche lasciatelo acceso un mezz’ora e potete sempre dire che si tratta di una stufetta per scaldarsi…non distingueranno!)
    Inoltre la nuova finitura goffrata opaca e le manopole lisce sono veramente belle a vedersi… l’impressione generale è di grande solidità e affidabilità; tornando a come suona, che in fondo è la cosa che interessa tutti gli audiofili, devo proprio dire che già dai primi ascolti mi sono innamorato di questo amplificatore, proprio per via della magia che ricrea nel combinare i vari suoni, in qualche modo li rende più espressivi, di quanto non risultassero prima alle mie orecchie, e quindi penso proprio che per i prossimi vent’anni me lo terrò da conto continuando ad ascoltarlo. Mi sento di consigliare il Titania a tutti coloro che vogliono spendere una cifra ragionevole ma avere un risultato quasi irraggiungibile per la maggior parte delle elettroniche in commercio
    Andrea

Aggiungi una recensione